Dal costume tipico Ladino… al Trachten tirolese.

Breve storia del costume tipico Ladino: il DIRNDL!

Abbiamo sempre parlato nel nostro blog, di quanto il popolo ladino sia legato alla propria terra ed alle proprie tradizioni.

Vi abbiamo fatto conoscere il territorio della Val di Fassa attraverso la geografia, i sapori, le usanze, i miti e le leggende.

L’impero Austro-ungarico ha avuto per molto tempo sotto il suo dominio le Dolomiti, e quindi anche la popolazione ladina. I ladini non hanno mai subito la sottomissione di questo impero, tant’è che vivevano, mangiavano, si vestivano come tutti i tirolesi. Se i costumi tradizionali sono sempre stati molto ricchi e dettagliati, è grazie a chi era decoratore o musicista. Questi ultimi, viaggiavano per lavoro in altre parti d’Austria o in Svizzera, portando al ritorno non solo stoffe nuove ma anche abitudini e gusti diversi.

Per la popolazione ladina indossare un costume, chiamato in lingua “guant de zacan”, significa compiere un rito, immergendosi totalmente nella tradizione che da sempre unisce il popolo alla sua terra. Nel corso degli anni in tutto il Tirolo e nelle regioni austriache è nata la moda tirolese. Il costume tipico era indossato durante occasioni particolari come feste religiose, sagre o matrimoni. Ora, chi veste il “Trachtenmode” lo fa anche per piacere e per mantenere viva una specifica provenienza.

Per quanto riguarda la donna, ad esempio, ad oggi il Tracht femminile per eccellenza è il “Dirndl”.

Le storie del costume tipico ladino sono bavaresi ed austriache. In passato, Lo indossavano le ragazze delle classi sociali inferiori, in particolare da chi lavorava la terra e da chi si occupava della casa. Il vestito che portavano era il “Dirndlkleid”, ossia il “vestito della ragazza”. Proprio perché destinati al lavoro, erano abiti molto semplici e poco raffinati. Tra la prima e la Seconda guerra mondiale, il “Dirndl”, che divenne più elaborato grazie ad ornamenti come sciarpe, gilet e cappelli, lo cominciarono ad indossare anche donne della media ed alta borghesia. Di grande fascino e molto comodo, comunemente è composto da una gonna a vita alta, di lunghezza diversa, un bustino stretto, spesso con ampia scollatura, ed una camicetta, quasi sempre scollata anche quest’ultima.

Indossato da tutte le donne, di ogni età, di ogni generazione. Legato alla moda, impreziosito da stoffe e gioielli particolari, spesso è scelto come sostituto al classico abito per la sera.

In ristoranti tipici, birrerie e tendoni dell’Oktoberfest, le cameriere spesso scelgono questo tipo di abbigliamento.

In baviera non è inusuale incontrare per le vie della città, specialmente la domenica, famiglie che indossano il “Tracht” (abito da festa tipico dei paesi germanici).

 

Che si parli di abiti tradizionali ladini o di abiti tradizionali tipici tirolesi, una cosa è certa:

tutto ciò lascia trasparire un legame sacro che non va spezzato.

 

Costume tipico tirolese e ladino

Sara e Thomas

Sara

1 Commenti

  1. Avatar
    Annalisa
    Rispondi

    Usi e costumi da divulgare per far conoscere le tradizioni tipiche.Articolo molto interessante.Brava Sara 😊

Leave a Comment

Questo Sito Web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. Continuando ad utilizzare questo sito Web stai implicitamente autorizzando l'utilizzo dei cookies. Per accettare in via permanente e rimuovere questo avviso, fai click su 'ACCETTO'.
Maggiori informazioni sulla pagina del nostro Centro Privacy.